LA PASKEDINA 2022 #10: IL CIELO E’ SEMPRE PIU’ BLU (NAVY)

by Simone Paschetto
858 views
Reading Time: 6 minutes

È una primavera fresca e un po’ piovosa, il traffico già intenso alle 7 del mattino, passa un autobus, strapieno, i Seamen sono uno schiacciasassi.
Potrebbe essere un anno qualsiasi di una vita normale, della vita “di prima”, come se non fosse mai successo niente o come se davvero fosse andato “tutto bene”.
Con uno sguardo rapido e distratto, potrebbe sembrare che non sia successo nulla e risultare credibile.
Del resto ancora c’è chi muore al lavoro e chi ha scarsa memoria.

Poco a poco si risveglia anche la comunità del football e si rivede un po’ di battibecco. Ci sono i soliti problemi, chi salta partite, chi perde credibilità, chi non ne ha mai avuta, chi prova a comprarne un po’, chi ha sogni di gloria, chi beve un bicchiere, chi solo ogni tanto, chi tutte le sere, chi sogna i milioni, chi gioca d’azzardo, chi tira la bomba, chi nasconde la mano, chi tira al bersaglio e chi è stato multato, chi canta Prevert e chi copia Baglioni.

E’ ancora presto per capire e poter dire cosa e quanto sia cambiato in questi anni, ma qualche effetto ci sarà, a breve e a medio termine, magari non immediatamente visibile, magari apparentemente sembrerà tutto uguale, magari cambierà tutto per non cambiare nulla, ma qualcosa dovrà succedere.
Perché se non dovesse cambiare davvero niente, quello sì che sarebbe un segnale inquietante. Il football non è una bolla, né ha la forza per non subire scossoni, ma deve avere il carattere per accettare le sfide e vincerle. Temo però che più che carattere, ci sia molta, troppa fantasia, sia nella lettura della realtà che nella scelta delle soluzioni.
Se, ad esempio, giochi una partita nel fango per 3 ore, non è che puoi indignarti perché gli spogliatoi a fine servizio sono sporchi. Capirei ci fossero dei danni strutturali, ma la lamentela sul fango no, non la capisco.
Chi muore di invidia o di gelosia.
Se usufruisco di un servizio, usufruisco di un servizio, chi deve pulire, nei limiti della decenza, pulirà, se poi qualcuno usa un articolo del genere per una piccola vendetta, peggio per lui, ma l’indignazione perché a fine partita c’è uno spogliatoio sporco, non la comprendo.
Voi vi mettete a sparecchiare quando avete finito di mangiare al ristorante?

Chi ha torto, chi ha ragione, chi è Napoleone, chi ruba, chi lotta e chi ha fatto la spia.

Piccole liti di quartiere, da cui non farsi fuorviare, altrimenti ci si perde il disegno nella sua interezza.
Il disegno di una stagione che, a dispetto delle premesse di equilibrio, potrebbe avere un finale scontato o scontatissimo. Senza cattiveria, anzi, come estremo riconoscimento al valore di Seamen e Panthers: Signore per favore, regalaci una finale Guelfi-Vipers o Guelfi-Dolphins.

Che la stagione stia perdendo di imprevedibilità lo dicono anche i pronostici, con il 2 su 2 della scorsa settimana, siamo a 9 partite consecutive pronosticate correttamente, il che porta il totale a 21 su 26, oltre l’80%.
Certo l’ultima giornata era di facile previsione, ma l’impressione è che la “festa” finisca qui, le restanti dieci partite di campionato, decisive per sei squadre su nove, promettono intensità e incertezza.
Chi scava nei cuori, chi legge la mano, chi vende amuleti…

In generale:

Pronostici:

SEAMEN-GUELFI


Dovrebbe essere la partita della giornata, la più spettacolare e combattuta, eppure è la meno incerta. Nessun demerito dei Guelfi, tutto merito dei Seamen. I marinai di oggi sono molto più simili a quelli del 2019 che a quelli dello scorso anno. Simili a quelli che annullarono Nacita e seppellirono di punti e football la prima Armata di Briles. Per quanto han fatto vedere i Guelfi, non riesco a immaginare astuzie possibili per mettere in difficoltà questi Seamen e a valore di Roster, i Milanesi sono avanti.
Pronostico facile, ma solo perché i prossimi sono molto difficili: Seamen.

VIPERS-DOLPHINS


Molto, molto difficile. I Vipers sono usciti malconci dal frontale con i Seamen. Era molto prevedibile, ma in condizioni normali, i Vipers invece vivono un momento emotivamente forte. Avessero vinto coi Mastini e perso con Parma, la sconfitta con i Seamen non avrebbe aggiunto nulla, invece avendo deciso di essere un po’ Superman e un po’ Clark Kent, da loro ora ci si aspetta sempre qualcosa. Me lo devo aspettare questo Sabato? Oppure l’assenza di un leader come DiTu, lascerà strascichi? Certo lo han sostituito con Bonanno, però i modenesi sono fisicamente provati mentre i secchi arriveranno alla partita belli freschi. E i Dolphins hanno un’attitudine alla IFL che potrebbe risultare decisiva. Però i Dolphins non sono meno altalenanti dei Vipers, solo che se i modenesi lo sono anche all’interno della singola partita, i Dolphins nell’arco della stagione. Si presenteranno in versione “do del tu ai Seamen” o in versione “regalo la vittoria ai Ducks”?
Ho come l’impressione che qualsiasi squadra dia per vincente, vincerà l’altra, allora tanto vale giocare di scaramanzia, tifo Dolphins, pronostico Vipers.

WARRIORS-RHINOS

C’è da volersi male. Per pronosticare questa partita, ci si deve volere molto male. Nei miei occhi scorrono le immagini del Superbowl 1983, delle semifinali 1988. Milano, Bologna, possibilità e capacità, concretezza e fantasia, orgoglio e carattere, manco per niente. In modi diversi, con scelte diverse, ma il problema rimane, due pilastri del football italiano che lottano per non retrocedere e non da oggi. O manca continuità, o ce n’è troppa, ma in negativo.
Difficile ora pensare di capire e risolvere non una ma ben due crisi di questo tipo, meglio limitarsi al presente. Warriors in caduta libera, Rhinos in confidenza crescente, ma anche senza QB i Warriors hanno fatto vedere buone cose e più carattere del solito e, di base, hanno una squadra molto più completa e solida dei milanesi inoltre devono e possono darsi una scossa. Però il morale fa molto la differenza e la mia impressione è che Bologna abbia perso il controllo della sua stagione, dandola, di fatto, per persa e questo possa rimettere pesantemente in corsa i milanesi. Non voglio accanirmi e sono convinto che sarà partita vera, combattuta e intensa, la differenza la potrebbero fare gli import dei Rhinos, non fenomenali, ma utili, concreti e soprattutto di più di quelli dei Warriors.

Chi vive in baracca, chi suda il salario
Chi ama l’amore e i sogni di gloria
Chi ruba pensioni, chi ha scarsa memoria
Chi mangia una volta, chi tira al bersaglio
Chi vuole l’aumento, chi gioca a Sanremo
Chi porta gli occhiali, chi va sotto un treno
Chi ama la zia, chi va a Porta Pia
Chi trova scontato, chi come ha trovato
Ma il cielo è sempre più blu
Ma il cielo è sempre più blu
Chi sogna i milioni, chi gioca d’azzardo
Chi gioca coi fili chi ha fatto l’indiano
Chi fa il contadino, chi spazza i cortili
Chi ruba, chi lotta, chi ha fatto la spia
Ma il cielo è sempre più blu
Il cielo è sempre più blu
Chi è assunto alla Zecca, chi ha fatto cilecca
Chi ha crisi interiori, chi scava nei cuori
Chi legge la mano, chi regna sovrano
Chi suda, chi lotta, chi mangia una volta
Chi gli manca la casa, chi vive da solo
Chi prende assai poco, chi gioca col fuoco
Chi vive in Calabria, chi vive d’amore
Chi ha fatto la guerra, chi prende il sessanta
Chi arriva agli ottanta, chi muore al lavoro
Ma il cielo è sempre più blu
Il cielo è sempre più blu
Chi è assicurato, chi è stato multato
Chi possiede ed è avuto, chi va in farmacia
Chi è morto di invidia o di gelosia
Chi ha torto o ragione, chi è Napoleone
Chi grida “al ladro!”, chi ha l’antifurto
Chi ha fatto un bel quadro, chi scrive sui muri
Chi reagisce d’istinto, chi ha perso, chi ha vinto
Chi mangia una volta, chi vuole l’aumento
Chi cambia la barca, felice e contento
Chi come ha trovato, chi tutto sommato
Chi sogna i milioni, chi gioca d’azzardo
Chi parte per Beirut e ha in tasca un miliardo
Chi è stato multato, chi odia i terroni
Chi canta Prévert, chi copia Baglioni
Chi fa il contadino, chi ha fatto la spia
Chi è morto d’invidia o di gelosia
Chi legge la mano, chi vende amuleti
Chi scrive poesie, chi tira le reti
Chi mangia patate, chi beve un bicchiere
Chi solo ogni tanto, chi tutte le sere

(Ma il cielo è sempre più blu)

Ciao Rino, che mondo di pazzi, avresti dovuto vederlo o forse è meglio che tu te lo sia risparmiato?
In ogni caso, Grazie.

Related Posts