Seamen una sconfitta amara

by Giorgio Bianchini
372 views
Reading Time: 6 minutes

A Milano da sabato pomeriggio c’è un mare, pieno di entusiasmo sempre più avvolgente intorno alla più giovane franchigia della ELF.
Alle 19.01 sotto un sole che fa schizzare la colonnina della temperatura a 30 gradi, nella splendida ed unica cornice del velodromo Vigorelli, i Seamen Milano e i Francoforte Galaxy incrociano le spade per la week 6.
In attacco dopo il consueto coin toss partiranno i Galaxy che subito fanno capire alla secondaria meneghina che serata li attende.

I Galaxy in attacco – G. Bianchini


Il quarterback tedesco Cluley, con la jersey numero 10, scarica subito due missili terra aria controllati prima dal 22 Marquise Manning e a seguire dall’ 8 Dejvion Steward che fanno buona guardia e costringono Francoforte a pantare dopo che arriverà addirittura un sack della difesa di Milano.
Il caldo è opprimente ma le due franchigie giocano a mille all’ora ed arrivano i primi punti da segnare sul tabellone.
Sarà Matteo Felli, “on fire” per tutta la gara, a siglare lo 0-3 iniziale con un field goal dalle 34 yards. I complimenti del suo compagno di reparto e star dei Seamen, Giorgio Tavecchio saranno meritati e d’obbligo.

I due K dei Seamen, Felli e Tavecchio – G. Bianchini


Neanche il tempo di esultare che il WR dei Galaxy Strahmann inizia il suo personale show.
Si conteranno ben 70 yards dopo il suo spettacolare touchdown pass, su gran lancio di Cluley.
Risultato sul 7-3 e già nuovamente alla guerriglia del Vigorelli. Milano non ci sta’ e di nuovo Felli, questa volta dalle 21 yards tiene il risultato in bilico, 6-7 Galaxy.
Nel finale di un primo quarto, così carico di emozioni che non permette neanche al pubblico presente sugli spalti di avere tempo per dissetarsi, ecco che arriva il tanto atteso primo touchdown di giornata per i Seamen.
La cannonata da 25 yards dello “zar” Zahradka per il numero 89 Marian Cebotaru è uno spettacolo per occhi e cuore.
Per Francoforte da evidenziare come il numero 11 Schumm, palla in mano riesca a resistere a 3 tackle duri, prima di arrendersi, davvero le due franchigie ci stanno regalando una gara rude ma meravigliosa.
Curioso come un punt del numero 1 Rimmler, pressato dal sempre veloce special team Milano, calci il pallone sopra la tettoia del Vigorelli, spedendo lo sferoide in strada.
Giusto il tempo di una birra ghiacciata e il cambio di campo per il secondo quarto che “sniper” Felli mette a segno uno dei FG più spettacolari di queste 6 week ELF.
Una vera “sciabolata morbida” dalle 53 yards fa esplodere gli spalti e il risultato schizza sul 7-16 Milano.
Forse il tabellone regala ai ragazzi di HC Pokorny un po’ di tranquillità mentale, infatti dal “Felli show” alla fine del primo tempo sarà rimonta Galaxy grazie soprattutto ad una difesa di ferro.
Arriverà un pass deflete per lo “zar” e di conseguenza (fortunati i difensori tedeschi a ritrovarsi la palla nelle mani) un intercetto che fa sanguinare il Vigorelli, sempre più chiassoso e attento ad ogni azione della gara fin qui spettacolare.

L’attacco dei Semen – G. Bianchini


A seguito del primo intercetto arriverà il touchdown rush del numero 44 Helm, gara nervosa la sua, dalle 2 yards e dopo il punt di Milano, a seguito della sessione d’attacco sterile, ancora la coppia letale Cluley-Strahmann andrà a segno con un altro TD pass dalle 6 yards.
Le squadre vanno nello spogliatoio per dissetarsi e riposare dalla calura milanese, lasciando negli  occhi dei tifosi italiani e tedeschi, accorsi numerosi per sostenere la propria franchigia, un primo tempo fermo sul 20-14 carico di giocate spettacolari.
Il terzo quarto che finirà col parziale di 10-7 per i Galaxy, avrà un ritmo un pochino più blando, come se le 2 franchigie volessero tenere le residue forze per un ultimo quarto da giocare col coltello fra i denti.
Luke Zahradka (per lui 27/59, 344 yds pass, 3 TD, 3 INT), al via troverà il possente e veloce numero 2 milanese Ali “the truck” Khalife, pronto a ricevere il pallone e ad involarsi nella endzone avversaria, per un TD pass da 17 yards che varrà il 20-23 e nuovo sorpasso Seamen. Azione spettacolare grazie alla “screen” della O-Line Seamen che permette a Khalife di ritrovarsi solo dietro al front seven tedesco ed involarsi in tutta tranquillità a metà.
Sembra di aver assistito ad una azione  di Madden 23, vista la perfezione di manovra della linea milanese.

I Seamen si riscaldano – G. Bianchini


Si riparte velocemente e per Francoforte il K Rimmler dopo 8 plays e 39 yards guadagnate, realizzerà il FG del 23 pari, con un calcio dalle 38 yards.
A questo punto della gara per Milano l’eroe indiscusso di giornata è Jean Costant, il terribile numero 5 che in molti in tribuna paragonano ad un indiavolato Tyreek Hill.
Per lui la gara si concluderà con un 15 catch, ben 238 yds pass e un favoloso TD, arpionando a 200 all’ora il pallone con gli artigli e lasciando dietro di se il difensore.
Per tutti “velociraptor” Costant sarà l’MVP dei Seamen per la week 6, non solo per i numeri a referto ma soprattutto per una gara maestosa anche nei ritorni (4 per 41 yds).
Il secondo intercetto di serata per lo “zar” porterà i Galaxy in vantaggio.
Ancora QB Cluley per il micidiale numero 19 Strahmann e TD pass da 31 yards che zittisce il Vigorelli. Il colpo si fa sentire ma i ragazzi di Pokorny hanno ancora benzina per recuperare e a testa bassa iniziano una nuova rimonta.
Dalle 41 yards arriva un FG di Matteo Felli che inizialmente regala l’illusione dei 3 punti ma che i “ref” danno “no good” per questione di centimetri.
All’inizio del quarto periodo è invece il numero 1 tedesco Rimmler a centrare i pali e portare i Galaxy sul 33-23.
Come già descritto in precedenza, Costant con un TD pass spettacolare da 59 yards, darà al Vigorelli ancora la forza di sperare nella rimonta. 
Così sarà perché ancora un Felli ispirato, questa volta da 32 yards, pareggerà le sorti della gara, fissando il punteggio su 33-33.
Lo sprint finale purtroppo sarà appannaggio di Francoforte. Un deep pass seguito da una presa miracolosa del numero 17 Horn, altra spina nel fianco della defense Milano, sposterà la catena Galaxy troppo vicina alla endzone meneghina.
Dalle 15 yards sarà un gioco da ragazzi per il 19 Strahmann segnare il suo quarto TD di giornata.
Un 40-33 pesante come un macigno che piega le speranze di Milano.
Sarà proprio quest’ultimo, Strahmann l’MVP della gara con 175 yds pass e 4 TD pass uno più bello dell’altro.
Insieme all’altro WR dei Galaxy, il 17 Horn, era l’osservato speciale da temere e tenere sotto controllo.
Nei secondi finali, presi dalla stanchezza, dal caldo e dalla velocità di decisioni, i Seamen subiranno il terzo e definitivo intercetto che di fatto sancirà la fine delle ostilità.
Gran bomba sulla sideline dello “zar” e gran volo del numero 5 Liggins che arpiona lo sferoide e corre a festeggiare con i suoi compagni.
La gioia dei giocatori, dello staff di Francoforte e l’urlo liberatorio dei tifosi tedeschi presenti al Vigorelli, sono il segnale che la gara i Galaxy l’hanno sudata più del previsto ed addirittura subita per lunghi tratti da una Milano che col tempo e con l’esperienza smetterà di andare solo vicino alla vittoria.
Il 40-33 finale, come in week 1 contro Barcellona non da nulla da recriminare ai Seamen che hanno giocato alla pari contro una franchigia piena di giocatori forti e di esperienza.

Il risultato finale


Un applauso doveroso per Matteo Felli, con un 4/5 e un FG da 53 yards che ha fatto esultare tutti i presenti, agli onnipresenti e mai domi Kevin “cobra” Khay e “big mountain” Diego Rinaldi, che hanno combattuto e tenuto in piedi il risultato fino all’ultimo.
Appuntamento per i Seamen domenica 16 luglio a Monaco di Baviera, nel Sportpark Stadium, per l’insidiosa  trasferta contro i Munich Ravens di Markell Castle, WR temibile ed ex di turno che vorrà rendere difficile il soggiorno in Germania ai “blue navy” italiani.

Related Posts