II Divisione: Signore e Signori i Playoff di seconda divisione sono serviti

by Piero Cabianca
459 views
Reading Time: 6 minutes

Le ultime settimane le ho passate a girare campi e a vedere Football per farmi un’idea più consapevole dello stato di salute delle squadre ed il livello generale di quest’anno.
Ho visto Seconda divisione, Prima, Elf e anche CSI. Mi è mancato il Cif9 dal vivo, purtroppo.
E nelle bye week interessanti iniziative che hanno visto coinvolte diverse compagini dagli USA.
Anche se in realtà i giochi erano ormai pressoché fatti e le emozioni sembravano relegate solo ai partecipanti alle singole competizioni, gli ultimi weekend hanno regalato invece emozioni e spunti.
Tentiamo di capire se ci sono sorprese oppure no.

Mentre Aquile e Lions aspettano l’inizio dei Play off, già qualificati, in casa, le altre 4 si contenderano l’accesso a quei 2 posti.

Il tabellone dei Playoff

Partiamo da LionsGiaguari.
L’anno scorso si sono trovati in semifinale uno contro l’altro, e la spuntarono di un solo punto i Lions, guadagnandosi il Silver Bowl.
Erano entrabe attese anche quest’anno per risultati e blasone.
I Lions nel 2022 furono fermati solo dai campioni degli Skorpions, ai quali comunque avevano anche fatto lo sgambetto una volta in campionato.
Quest’anno imbattuti hanno dato un segnale inequivocabile di potenza anche contro gli ostici Pirates (vedi Giaguari) 50 a 14, in una trasferta che poteva essere molto “difficile” sulla carta.
Adesso aspettano la vincente proprio tra tra Pirates e quei sorprendenti ragazzi dei Trappers Cecina.

Giaguari Torino (ph.: M. Audoglio)


I Giaguari lo scorso anno in campionato finirono con sei vittorie come quest’anno, ma senza le 2 sconfitte.
Adesso i Piemontesi primi in rushing offence, secondi in  total offense, con la prima difesa, anche nello scoring, sono alla wildcard, di cui un anticipo lo abbiamo avuto a Padova, dove ero a vedere i Saints contro i Giaguari, dopo l’uscita, anche se vittoriosa, dei Veneti in terra levantina, non proprio con risultato entusiasmante vinta 23 a 13.
Avessi avuto soldi da scommettere, avrei scommesso tutto sulla vittoria, netta e senza deroghe, dei Piemontesi.
Non mi aveva nemmeno avvisato la sconfitta da parte dei Pirates in campionato, che ora li hanno raggiunti in vetta alla classifica.
Eppure… avrei perso tutto, perché non solo Padova ha vinto, 21 a 17, ma ha anche condotto la gare per gran parte di essa. Alcuni avranno pensato che fossero le riserve a giocare.  Ma non è stato cosi.
Inizialmente, tra l’altro, le corse di Ghio, sempre super temibile, sembrava non avrebbero dato tregua alla difesa veneta che non reggeva alla linea avversaria.
Invece, un po’ alla volta, i Saints si sono aggiustati.  Hanno retto, limitato inganno e dato la possibilità all’attacco di cominciare, lentamente, a macinare. E sempre dalla difesa è arrivata la zampata con un Pick 6 di Contessa proprio nel drive che avrebbe dovuto voler dire ko per Padova.
I Giaguari hanno peccato di concentrazione e probabilmente di superficialità.
Se il campo è lo specchio di quello che si fa in allenamento, più di qualcuno deve essersi allenato con sufficienza.

I Saints contro i Giaguari


Eppure la squadra c’è, ha molta qualità, ed è gestita ed allenata bene, si direbbe.
Per carità,  tutti i giochi erano già fatti, sia per loro che per Padova.
Ma perché farsi una trasferta così pesante per poi non restare sul pezzo fino alle fine.
Perfetta la ricostruzione dell’ultima partita su fidaf.org : “FINALE DI REGULAR SEASON AMARO PER I GIAGUARI”.
Anche per Padova ormai le carte erano state date. Ma i Veneti, attestati intorno al 6° posto del ranking, hanno voluto dare un segnale di  agonismo che ha pagato.
E la prossima gara sarà ancora con gli stessi protagonisti, a campi invertiti.
Scommetto ancora su Ghio e compagni. Specie in casa con il loro pubblico caliente e la voglia di rivalsa.
Perderò questa volta anche quello che non ho?
Sapete come funziona la ludopatia: è una malattia che può condurre all’autodistruzione.
Tra le sue componenti, oltre alla brama di accumulare c’è un senso di onnipotenza nel predirre il fato e la caparbietà della proprie convinzioni.
Ora. Siccome io considero Giaguari, una super squadra di Seconda Divisione, continuo a pensare che siano comunque i favoriti.
E conoscendo il loro tifo in casa ancor di più.  Perciò riscommetterei tutto su di loro. Ma per fortuna non posso. Ho già perso tutto già la settimana scorsa.
Per i Saints, arrivati direttamente ai quarti di finale nel 2022 , con un 3-3, c’era stata una brutta batosta per 42 a 6 da quegli Skorpions che, dopo aver vinto la seconda divisione lo scorso anno, oggi si giocano l’accesso all’Italian Bowl dell’Ohio.
Stavolta la trasferta peserà su Vecchiato e soci, che avranno una bella gatta da pelare… alla quale però hanno già lisciato il pelo, comunque vada.
Recuperando qualche pedina persa in campionato, la possibilità si fa concreta ma tutt’altro che agevole.

L’altra al primo posto ed imbattuta è Ferrara; vent’anni fa calcavamo, coi miei compagni, i campi con le Aquile in una stagione da 8 partite vinte che portò alla vittoria al Silverbowl di Civitanova Marche.
Un po’ di nostalgia c’è.

Spettacolare ricezione delle Aquile (Ph. N. Maccagnani)


Le Aquile, come i Saints, sono due delle mie squadre, c’ho giocato ed allenato tanti anni, secondi solo a Venezia. Sono di parte.
Aquile che hanno trovato quest’anno, dopo il 3 vinte 3 perse dell’anno scorso, una quadra in attacco, grazie sicuramente all’innesto di Scaglia, ma anche ad una linea che ha garantito continuità anche ai bravi Rbs del team. Risultando il primo attacco in scoring e total.
La difesa sicuramente ha fatto il suo, seconda del campionato, prima sulle corse.
Però il 43 a 0 dai Pirates ai play off dello scorso anno brucia ancora.
Adesso aspettano la vincente della Wild card tra Giaguari e Saints.
Certo, il non poter aver visto nessuno di questo girone scontrarsi con gli altri porta un po’ di incertezza sul reale peso delle squadre che da lì provengono ( leggi Trappers) e solo l’inizio della seconda parte del torneo ci potrà chiarire la situazione.
Ciò non toglie, però,  che il progetto Trappers squadra neopromossa, terzi nel girone C del Cif 9 del 2022, eliminati alla wild card dai Leoni Basiliano, quest’anno con l’aiuto specie di un buon gruppo di West Cost Raiders, usciti ai play off Cif9 22 ad opera dei Pretoriani, sono riusciti a costruire una realtà  capace di impensierire tutte le avversarie facendo un’ottima figura in seconda divisione, migliore anche dei Campioni di CIF9 Roosters, e di molte compagini già più rodate a questa lega.
I Trappers sono i miei preferiti per questa loro storia. Come lo sarebbero stati anche i Roosters, primi assoluti sui passaggi, se con un gioco di corse ed una difesa più forte fossero arrivati alla post season.

Trappers vs Roosters


Nella Week 13 il 40 a 28 Trappers Cecina – Roosters Romagna ha comunque destato interesse.
La settimana dopo però il 41 a 18 subito dalle Aquile ha ridimensionato un po’ le aspettative.
I Trappers se la vedranno con i Pirates che li aspettano a Savona per la contendente del lato Tirreno ai play off, con i Pirates che  confermano il proprio stato di forma, già vincenti in campionato sui Giaguari, e relegati al secondo posto del girone, che li vede appaiati come vittorie, solo dalla differenza punti (che comunque è decisamente netta!).
Pirtes che dopo il bel campionato di Cif9 del 2019, in seconda Divisione, successivamente alla pandemia, sono partiti in sordina, riuscendo poi l’anno scorso ad arrivare ai play off e a travogere le Aquile, prima di infrangersi sul muro dei futuri campioni Skorpions Varese.
Quest’anno con una buona difesa, terza assoluta e prima sugli intercetti con 19 x 233y e 2 TD, ed il secondo attacco sulle corse, anche se penultimo sui passaggi, sono comunque una delle stelle dell’annata.
Non so quanto conti il 20 a 10 , rifilato ai Redskins Verona in Week 14.
A me torna ancora il pronostico Lions-Giaguari in finale, anche perché non voglio essere campanilista con le altre franchigie coinvolte, alle quali sono legato per ragioni di affetto; ma c’è la possibilità che questi play off possano essere molto interessanti, specie se il girone C risultasse sul campo agguerrito come e più degli altri.

I Lions Bergamo (Ph: creative hint)


Lions e Giaguari li considero dei simboli del nostro sport in italia, anche non fossero forti e bravi come sono in seconda divisione, pur con le loro pecche; ma le sorprese di quest’anno hanno comunque portato una piacevole aria di freschezza e mi auguro che si possano vedere diverse partite godibili, vista la caratura delle contendenti.

Related Posts