LA PASKEDINA 2022 #7: Il giorno della Marmotta

by Simone Paschetto
591 views
Reading Time: 4 minutes

 

Sento di non avere molto da scrivere. Apparentemente non c’è molto da commentare, seppure in realtà siano successe diverse cose, anche nel football. L’incontro con ELF e il sorprendente comunicato stampa Fidaf che dava praticamente per fatto l’ingresso dei Seamen nella Lega Europea il prossimo anno. Ci sono anche altre cose più o meno note e quindi più o meno “dicibili”, si può sempre parlare degli streaming a pagamento o dell’eterna crisi dei Warriors, ma è tutto già stato detto e ridetto.
Ci sono da commentare partite già giocate numerose volte, addirittura di una c’è un pronostico già scritto.

Pandemia e guerra, Seamen e Panthers, giorno e notte, cane e gatto etc. etc.
Che noia.
Bisogna provare qualcosa di nuovo e questo è il momento e il posto giusto per farlo. Voi stessi siete passati da essere oltre il migliaio a quattrocento e quindi la Paskedina si deve rilanciare.

Facciamo così, intro più breve e pronostici più lunghi, un pelo meno di cultura che appesantisce.

A livello di giornata scorsa di nuovo 3 su 3, ci sto prendendo gusto, totale 15 su 20. A metà della stagione (alla fine i pronostici, finale esclusa, saranno quaranta) 75% di pronostici corretti.
Considerato l’inizio, non è male, proveremo a migliorare.
3 su 3 significa che tutto è andato come previsto, dramma Warriors incluso, ci ritorneremo, intanto iniziamo a creare l’atmosfera.

Pronostici:

SEAMEN-DOLPHINS

La cosa più interessante di questa partita è il ricordo delle due dello scorso anno. E nemmeno del football giocato, ma del contorno di polemica. All’andata, al Vigorelli, l’attenzione era tutta per l’esordio di Tavecchio in maglia Seamen. Esordio ritardato più volte causa gestione confusa degli import da parte dei milanesi. Per la bizzarria burocratica di tipo kafkiano della Fidaf, il kicker italiano ex-NFL valeva come import. Passò alla storia lo streaming dapprima inesistente, quindi muto, poi con qualità delle immagini da bobina originale RAI 1984. Del ritorno, sempre al Vigorelli causa bizzarria da calendario Fidaf, si ricorda “l’indignazione social” per i festeggiamenti di fine stagione dei Dolphins che avevano appena perso 0-42.

In realtà le cose sono cambiate. I Dolphins sono cresciuti e si stanno stabilizzando. Però i Seamen sono partiti in fuga con uno scatto sorprendente.
Il divario, almeno in possibilità di vittoria, è ancora troppo ampio a favore dei milanesi.

VIPERS-WARRIORS

Modena, Bologna, giocata in provincia, ai piedi dell’Appennino, un’atmosfera Gucciniana. Partita che in realtà è un recupero, essendo stata rinviata causa Covid (chissà per quanto ancora esisterà il rischio….). Quindi è un pronostico che era già stato scritto. In un lampo di pigrizia ho pensato di recuperare il pronostico vecchio e fare CTRL C+CTRL V, ma. Ma è passato quasi un mese. Nello sport un mese può fare la differenza (si fosse giocata Bologna-Inter un mese fa, ad esempio, sarei meno depresso), nel football un mese su una stagione lunga tre mesi, equivale a una vita. Una vita fa i Warriors, ad esempio, avevano un buon QB e memoria di cosa significasse vincere una partita. Oggi i Warriors, loro stesse parole, ripartono da capo. Un’altra volta. Sembra di sentir parlare la Sinistra, che deve ripartire sempre, ma non va mai da nessuna parte, Bologna la Rossa? 

Basta parlare di Warriors, è accanimento, evidentemente non terapeutico e di Terapia a Bologna ne avrebbero davvero bisogno. 

Parliamo invece dei Vipers, degli interessantissimi Vipers. Han giocato ancora poco, facendo vedere il giorno e la notte, meglio e peggio di come li avevo immaginati. Devono trovare equilibrio e questa è la partita giusta. Non possono perdere e infatti li do vincenti.

MASTINI-RHINOS

Il momento migliore dei Mastini è stato al tempo stesso la sentenza sulla loro stagione. L’infortunio di Watkins sul momento, ha iniettato eroismo nelle vene dei cani, ma li ha inevitabilmente consumati mandandoli in confusione e condannandoli per il resto della stagione. Un team costruito con tanti innesti, senza una logica chiara e condivisa è destinato a perdersi. A questo punto della stagione, per i veronesi questa partita è un salvagente buttato nel mezzo di una tempesta e se di nuovo vincessero con Tommasi in regia, ci sarebbe da farsi molte domande.
Difficile che la storia si ripeta, anche perché questa partita è un salvagente anche per i Rhinos. In crescita, finalmente con tutti gli import, desiderosi di cancellare quello zero dalla colonna delle vittorie. 
Cosa che ritengo accadrà.

DUCKS-GUELFI

Attenzione. Senza ironia, ma questa partita è più incerta del previsto. Ho sempre detto e penso sinceramente che i Ducks siano una bella squadra. Hanno molti difetti, moltissimi, e non vinceranno mai un Italian Bowl (lo dice Tortosa eh, pijatevela con lui…), ma una partita contro i Guelfi è alla loro portata.
I Guelfi sono tutt’altro che imbattibili, ma è indubbio che abbiano in Briles un’arma in più. La differenza alla fine la farà lui. Perché i Guelfi non sono imbattibili e i Ducks non sono male, ma perché i Ducks battano i Guelfi, questi ultimi devono incappare in una delle loro tipiche amnesie. Ma Art Briles è il Luminare, il Barone della Medicina, il Sassaroli insomma, scelto per stare a fianco dei viola e intervenire con la sua cura, poco ortodossa, ma efficace. Vedremo se ce ne sarà bisogno, ma non credo, pronostico Guelfi.

La storia non si ripete mai.

(Vilfredo Pareto)

Related Posts