LA PASKEDINA 2022 #11: OUT OF THE BLUE (NAVY)

by Simone Paschetto
501 views
Reading Time: 4 minutes

Out of the blue
apparently from nowhere; unexpectedly
the opportunity came out of the blue

Della possibilità di avere una squadra italiana in ELF si parla da molto tempo e le voci si erano fatte molto insistenti quando, un mesetto fa, il commissioner della lega europea Patrick Esume era sceso al Vigorelli per vedere i Seamen e parlare con la Fidaf.
Più che insistenti, la stessa Fidaf aveva emesso un comunicato sull’incontro annunciando tra le righe la partecipazione dei milanesi a ELF, così, “de botto, senza senso”, out of the blue, appunto.

Voglio dire, i Seamen non avevano mai detto nulla a riguardo e non lo dissero, ufficialmente, nemmeno dopo. 
Magari era un “segreto di Pulcinella”, anzi, sicuramente era un “segreto di Pulcinella”, ma la modalità di comunicazione è stata quantomeno bizzarra.
E infatti, di nuovo, out of the blue, una mattina ti svegli e trovi l’invasor, il comunicato ufficiale con cui la ELF annuncia l’espansione, con l’integrazione di tre nuove franchigie, Milano, Zurigo e Fehervar, ridente cittadina ungherese dal nome ovviamente impronunciabile.
Anche questa è una sorpresa. Da mesi sulle pagine social dei tifosi di ELF impazzava il toto espansione, le candidate più quotate erano Helsinki, Stoccolma, Praga, Londra, Amsterdam, Madrid, Monaco di Baviera e invece avremo Milano, Zurigo e…Fehervar.
Tolti i Seamen insomma, niente a che vedere con la tornata precedente, comprendente Vienna, Innsbruck, Dusseldorf e Istanbul. Meno squadre, per ora, città meno blasonate, meno tradizione footballistica.

Che cosa ha a che vedere tutto questo con una rubrica di pronostici?
Tutto, perché qui trovate dei pronostici espliciti, quelli sulle partite, e tanti pronostici impliciti o comunque temi caldi che vengono anticipati. 
Una sorta di Nostradamus “ad minchiam”, la settimana scorsa esaltavo la primavera fresca e ieri c’erano 30°.
Ma avevo anche scritto che il primo Vipers-Seamen della storia senior (il buon Pepè mi fa notare che Vipers-Seamen si giocò nella U21 del 1989) sarebbe potuto anche essere l’Ultimo.

Ecco, ho anche detto più volte che dopo la Pandemia avremmo visto grandi cambiamenti, rimescolamenti di valori e nuove squadre affacciarsi sulla scena.
Tolti i Seamen, il campionato si riaprirà a nuove potenziali protagoniste.
In un modo o nell’altro quel rimescolamento di valori ci sarà.
Del resto ho previsto che sarebbe accaduto, ma non ho mai detto nulla sul come.

A suo tempo Fabio Tortosa, parlando della possibilità di avere un team italiano in ELF, si espresse per il “modello Austriaco” ovvero, le squadre che vanno in ELF tengono un piede nel campionato nazionale, con una squadra B.
I Seamen non hanno un vero e proprio team B, ma si appoggiano ai Frogs (o meglio, viceversa) e infatti da settimane sulle frequenze di Radio Football gira la voce che il prossimo anno vedremo le Rane in IFL.

Con “un’abile mossa padronale” (cit.) si riempie la botte e si inebria la signora.
Sono, dal giorno uno, tra lo scettico ed il preoccupato rispetto al progetto della Lega Europea e voi mi piazzate il più potente dei colpi di marketing possibile: i Frogs in serie A.
Per un vecchio nostalgico come me è un colpo da KO.

Con queste premesse, pronostico che il prossimo campionato sarà molto, ma molto difficile da pronosticare.
Non che quello di quest’anno sia semplice, infatti la scorsa settimana abbiamo fatto un triste 1 su 3 e totalone che va a 22 su 29, poco meno dell’80%.

Da un lato ho sopravvalutato i Rhinos, dall’altro ho giocato d’astuzia garantendo i playoff ai Dolphins. Sono serio, avessi dato vincenti gli anconetani, avrebbero vinto i Vipers e quindi va benissimo così.
Insomma, abbiamo inconsapevolmente inaugurato una contropaskedina, che pronostica al contrario, come se fossimo in un mondo dove estate e inverno si invertono.

 

 

Pronostici:

RHINOS-VIPERS


Partite da incubo. Con i Vipers visti contro Ancona, nervosi, superficiali e scazzati, possono vincere anche i Rhinos. I Milanesi non hanno molto da chiedere a questa stagione, dovrebbero essere salvi grazie alla vittoria contro i Mastini, che poi tanto retrocedere è un optional, ma per i Vipers, la storia è diversa. A questo punto da Modena ci aspettiamo qualcosa e quel qualcosa non può essere sempre un qualche tipo di pasticcio.

Hanno buoni import, buoni coach, ottimi italiani, il pronostico non lo devo fare io, lo devono fare loro e mettersi in tasca una partecipazione ai Play-off storica. Vipers.

DOLPHINS-PANTHERS


Big match della settimana al Mandela. La differenza tra le due squadre sulla carta c’è, ma non per demerito dei Dolphins. I Panthers sono al centro del triangolo d’oro del football, Ancona è periferia, di quelle fatte di casette con giardino, ma pur sempre periferia. E c’è una bella differenza tra pescare giocatori tra la Lombardia e l’Emilia o tra Pescara e Civitanova. Mettiamola così, il successo dei Panthers è figlio dei loro successi, della loro storia, della loro capacità, anche attrattiva, il successo dei Dolphins è figlio del lavoro dei Dolphins sul campo e di poco altro, tipo aver trovato una miniera di QB americani forti.

In questa stagione pazza, ma non troppo, c’è spazio per una vittoria dei Dolphins sui Panthers?

Forse si, ma faccio fatica ad immaginarla, perché i Panthers ad Ancona si giocano il secondo posto, e quindi la certezza di evitare i Seamen in semifinale, e tanta credibilità.

Un po’ troppa roba per sbagliare, e se poi invece dovessero sbagliare, tanto meglio per i “miei”* Dolphins. Però un pronostico va dato e il pronostico è vittoria Panthers.

MASTINI-DUCKS

Questa è una partita molto interessante. Il pronostico, lo dico subito, è a favore dei romani che però non giocano da un po’ e non hanno avuto modo di trovare continuità. I Ducks devono vincere, ma la loro vera partita chiave sarò quella della prossima settimana contro i Warriors. Non ci sono però calcoli possibili.

Dall’altra parte i Mastini sono stati molto meglio di quanto non dica la classifica, anche perché hanno avuto troppi problemi in cabina di regia e hanno dovuto pagarli tutti. La squadra però non è male e ha ottimi atleti, Savoia su tutti. Mi aspetto una partita intensa e fisica, ma vincerà Roma.

*non ridete, tifo Miami Dolphins dal 1984.

 

Related Posts