Locker Room: Michele Degrassi

by Samuele Marotta
373 views
Reading Time: 2 minutes

A poche ore dall’esorio della nazionale Italiana Under21 nei Campionati Europei IFAF U19 – Gruppo B a Bologna facciamo alcune domande ad uno dei coach della nazionale: Michele Degrassi.

Avete riscontrato problemi di affiatamento tra gli atleti? O nonostante il poco tempo per preparare questo team sono riusciti a diventare un gruppo solido?

Da un punto di vista emotivo i ragazzi hanno dato prova di una grande capacità di costruzione del gruppo: non era per nulla scontato ma credo che il raduno di cadimare abbia aiutato molto a creare lo spirito giusto. Sono molto soddisfatto del clima e dell’attitudine dei ragazzi.

Chi sono i giocatori chiave di questo Attacco? E capitani?

Personalmente ho avuto la responsabilità di seguire qb e wr in questo percorso iniziato a gennaio e debbo dire che ho trovato un livello tecnico molto altro, merito evidentemente del grande lavoro che i ragazzi fanno nei loro team. A livello individuale è quindi impossibile puntare l’attenzione sui singoli ma allo stesso tempo molti di loro hanno la capacità di diventare dei veri game changer. Per quanto riguarda i capitani saranno il QB Alessando Zerbo, scuola Seamen e il WR/K/P Filippo Petrillo scuola Skorpions.

Il roster dell’Under 21

Come vi siete preparati in vista di questa partita contro la Spagna?

Questa è per me la parte più difficile. Sono abituato (come credo quasi tutti i colleghi coach) a spendere molte ore sullo scouting degli avversari ma qui non ci sono filmati. Le giovanili per loro natura si rinnovano ad ogni ciclo e quindi non sappiamo veramente cosa aspettarci. Abbiamo così deciso di mettere tutta la nostra attenzione sull’esecuzione e sull’assimazipne del playbook cercando di avere in tasca il maggior numero possibile di soluzioni da usare.

Dopo l’ultimo incontro disputato contro la rappresentativa Spagnola, ha visto quest’ultimi vincitori sulla formazione azzurra; quest’anno vedremo la rivincita della nostra nazionale junior?

lo speriamo veramente! I ragazzi, i coach, lo staff medico e quello logistico hanno tutti lavorato duramente, ora parlerà il campo.

Michele Degrassi con i Sentinels

Related Posts