Estate, Pop Corn e Football Americano!

by Piero Cabianca
316 views
Reading Time: 6 minutes

E ache questa lunghissima estate è finita, ormai da un po’ sul calendario ed ora anche nel meteo…
ma mentre noi pensavamo alle nostre ferie, ed alcuni, a quelle degli altri, quest’estate nella passata stagione il Football ha fatto il pieno.
A partire dalle finali delle tre divisioni nostrane, a quella della USFL (quando le due leghe primaverili, erano ancora concorrenti), per poi continuare con i campionati professionistici estivi europei e canadesi. Ad Agosto hanno scaldato i motori la NFL ed il College ed infine il Flag di prima, seconda divisione ed il femminile hanno giocato da luglio in poi.
Seguire tutte queste competizioni è un impegno corposo ma divertente ed interessante viste le parecchie novità.
Fare un sunto di tutto questo non è semplice.
Mi sono anche molto appassionato, da questa primavera, all’Affaire Coach Prime & the Colorado Buffaloes
Ma partiamo dalla finale italiana, vista in una caldissima serata tra amici, sulla piattaforma a pagamento, e giocata a Toledo in Ohio dove Parma ha facilmente vinto su una Firenze a detta di molti irriconoscibile, senza neanche troppo sforzo.
Entrambe le squadre subivano il contraccolpo del jet lag e della stanchezza del viaggio.
Eppure una delle due sembra aver pagato meno dazio dell’altra; ho sofferto per gli amici che ne sono usciti sconfitti. Però bella la cornice, belle le attività per tutti i partecipanti ed interessanti anche le polemiche successive che hanno riguardato ancora l’effettiva valenza dell’idea di andare negli USA per l’Italian Bowl, oltre che la reale affluenza allo stadio, sfociata addirittura, per alcuni, nel conteggio puntiglioso delle teste visibili nelle foto prese durante la serata, come si faceva negli anni 80…

L’Italian Bowl: Guelfi vs Panthers – Ph. G. Busi


A seguire le finali di seconda e terza divisione.
Ero presente sugli spalti del Mirabello a Reggio Emilia, dove i Lions Bergamo hanno coronato il loro campionato perfetto con una vittoria importante 29 a 22 contro le Aquile Ferrara, uscite sconfitte ma a testa alta! Stadio tra l’altro rivelatosi della giusta misura per una finale come quella che si è giocata.

Il Silver Bowl: Lions vs Aquile – Ph. G. Busi

Ed in terza divisione finalmente hanno (ri)portato a casa la vittoria i Bengals Brescia, sconfiggendo di misura i forti Elephants Catania, 21 a 18, vittoria che reclamavano dopo la sconfitta in finale dell’anno scorso ad opera dei Roosters Romagna.
Bengals che in campionato sembravano inizialmente innarrestabili ma che poi verso la fine del campionato ed ai play off hanno calato di rendimento e preoccupato chi si aspettava una finale facile.
Brescia è una squadra che sicuramente meritiamo di vedere militare in seconda divisione nella stagione 2024.

Il Nine Bowl: Bengals vs Elephants – Ph. G. Busi


Intanto, dopo la conclusione del campionato XFL 2023, che il 13 maggio, a San Antonio, aveva visto gli Arlington Renegades imporsi a sorpresa sui D.C. Defenders per 35-26, anche la seconda stagione della United States Football League, USFL 2023, ha laureato i suoi campioni, proprio il primo luglio, mentre gli Italiani si giocavano la loro finale, neanche tanto distanti… I Birmingham Stallions si sono ripetuti battendo 28-12 i Pittsburgh Maulers.
La USFL è diventata la prima lega primaverile dai tempi della World League of American Football a completare la sua prima stagione e a tornare per una seconda. Questa volta giocando in quattro stadi totali, aggiungendo il Ford Field a Detroit, Michigan e il Simmons Bank Liberty Stadium di Memphis, Tennessee. Sintomo che il progetto “Fox” sta dando i suoi risultati, anche se le novità indicano la fusione con XFL e l’inglobamento di tutte le altre esperienze “primaverili” di football professionistico.
Devo dire che la XFL mi ha divertito di più, anche se la USFL sembra forse… più solida. Se riusciranno a far convivere nella nuova lega le due anime a primavera ci sarà da appassionarsi a guardarli.

Il Championship della USFL 2023: Stallions vs Maulers


Ed anche in Europa il campionato “semi pro” è ripartito, con nuove franchigie e nuovi problemi. E noi siamo andati a vedere fare il loro debutto al Vigorelli i Seamen Milano, con una stagione non certo vincente, dal punto di vista dei risultati ma che ha fatto vedere il gioco aereo dello Zar e della sua pattuglia di ricevitori, che ha comunque ha messo in difficoltà ed inpensierito qualsiasi difesa nel Vecchio Continente; a Milano sono mancate forse altre armi in Attacco ed in Difesa, ma tutta l’organizzazione, che il prossimo anno tornerà a farsi valere nella competizione Europea, ha bisogno sicuramente di essere migliorata anche se il prodotto è già di livello. Un lavoro su pubblico e fan sicuramente potrebbe portare più simpatie e di conseguenza tifosi sugli spalti e l’esperienza in campo servirà certamente a dare spunti importanti per Roster e tattiche.

I Seamen in ELF


Parliamo sempre poco di una lega professionista che in america dal 1958 gioca in estate, la CFL, la Canadian Football League.
Anch’io, che in realtà ho visto la mia prima partita dal vero proprio a Vancouver negli anni ’80, non l’ho mai guardata. Eppure la curiosità quest’estate mi ha portato a vedere diverse partite. E mi è piaciuta molto, comprese le regole che la rendono a noi bizzarra. Gli Stati Uniti li considerano dei lontani cugini sfigati, ma in realtà è uno sport di tutto rispetto, specie se paragonato ai livelli europei.
Io invece mi guarderò la Grey Cup il 20 novembre!

La CFL 2023 si sta avviando ai playoff


L’estate comunque negli Stati Uniti corrisponde alla preparazione per l’inizio dei campionati più seguiti: quello universitario ed i professionisti.
Le novità sono state molte, ed ovviamente parlarne qui non è possibile. Io vi parlerei ancora di Tom Brady, Groncosky, oppure di Aaron Rodgers, JJ Watt… e Brock Purdy! Ma ce ne sarebbero per ogni squadra!
In NCAA mediaticamente la notizia per me più rilevante è stato l’Affaire Coach Prime & the Colorado Buffaloes; grazie anche al lavoro sui social di uno dei figli di Deion Sanders.
Coach Prime ha portato tutta la famiglia con se, compresi altri due figli che giocano titolari, QB e DB. L’amore e l’odio suscitati dal clamore ricevuto sono detonati come una bomba nel mondo universitario, ed ha portato a battere numerosi record dell’università e forse a cambiare per sempre l’istituzione stessa.

Coach Prime Sanders

Invece qui da noi l’estate ormai è sinonimo di stagione di Flag.
Il movimento sembra essere in piena forma ed avere numeri importanti.
Nel 2023 il Campionato FLAG SENIOR di 1° DIVISIONE ha avuto 12 Team iscritti la 2° DIVISIONE 39 Team, il Campionato FLAG FEMMINILE 16 Team iscritti.
Per quanto riguarda le Giovanili FLAG JUNIOR, l’U13 24 Team, l’U15 22 come anche il Campionato U17.
Cosi dopo i bowl estivi ed il Big Bowl, ormai classico, di Grosseto, nelle finali di Trento in prima divisione si sono laureati campioni i Reffoli Trieste, che hanno spodestanto i pluricampione degli Arona 65ers, battendo in finale i Raiders Roma di un soffio, 26 a 25.
Mentre i Lions Bergamo si sono aggiudicati anche la seconda divisione flag oltre al tackle.

I Raiders finalisti nel Campionato di Flag di I^ Divisione – Ph. M. Critelli

Ora è il turno delle giovanili, 42 squadre al via nel weekend del 14/15 Ottobre con obbiettivo l’Otel Stadium di Firenze dove il 6 e 7 Gennaio 2024 si giocheranno lo Youth Bowl!
Ecco la composizione:

  • Campionato Tackle U12, 5-Man, 10 squadre miste, si sfideranno con la formula dei Bowl, un po’ come nella stagione del flag;
  • Campionato Tackle U15, 7-Man, 12 squadre miste, suddivise in 3 gironi;
  • Campionato Tackle U18 maschile, 9 vs 9, 12squadre, 3 gironi da 4;
  • Coppa Italia Tackle U21 maschile (aperto anche a giocatori massimo al secondo anno di tesseramento), 9 vs 9,8 squadre, 2 gironi da 4.

Peccato siano pochine le squadre che sono riuscite a portare almeno 3 categorie ad iniziare:
Giaguari Torino (che l’anno prossimo dovrebbero tornare in IFL1), Warriors Bologna (che torneranno soli), Legio XIII Roma, Seamen Milano,Vipers Modena (che potrebbero collaborare con gli Hogs) e Blitz Cirié : bravi!

I Giagurai impegnati nella proma partita di Coppa Italia – Ph. M. Audoglio


Altre squadre si sono unite, come avevano fatto per i Liocorni lo scorso anno (oggi tornati tutti a competere indipendenti), per poter far giocare i propri ragazzi. Vedremo chi saprà spuntarla!
C’è stata anche la Nazionale, che ha giocato contro l’Austria; ma aspettiamo a parlare, che c’è un altro appuntamento importante in cui dobbiamo solo che tifare ITALIA!…

Related Posts