I Longhorns illuminano Week 2

by Danilo Fontana
252 views
Reading Time: 6 minutes

Il weekend NCAA ha dato i suoi primi verdetti ed un paio sono particolarmente significativi.
Il più eclatante viene da Tuscaloosa dove i Texas Longhorns hanno battuto i favoriti padroni di casa degli Alabama Crimson Tide per 34-24, con una prestazione maiuscola del QB Quinn Ewers (349 yards e 3 TD) e di una difesa ben organizzata, che ha annullato il running game della squadra di Saban e costretto il giovane QB Milroe a rischiare contro la temibile secondaria dei Longhorns. Decisivi per la vittoria i due TD in 15 secondi realizzati dai Longhorns ad inizio ultimo quarto, intermezzati da uno dei due intercetti di Milroe. Per Saban è già il momento delle prime riflessioni mentre i Longhors salgano al n. 4 del ranking ed iniziano a sognare in grande.

Jalen Milroe non è riuscito a evitare la sconfitta contro i Longhorns


L’altro big match della giornata si è giocato a Raleigh dove i North Carolina State Wolfpack hanno ospitato la lanciatissima Notre Dame Irish Fighting. La squadra di coach Freeman ha condotto la gara sin dall’inizio guidata da una difesa impeccabile, che ha reso terribile la giornata del QB Armstrong con tre intercetti ed un assoluto dominio della LOS contro il running game. Anche questa partita è stata decisa nell’ultimo quarto quando l’attacco degli Irish Fighting, guidato dal QB Hartman (286 yards e 4 TD) e dal RB Estime (134 yards e 2 TD), ha segnato 3 TD consecutivi chiudendo il match con un sonoro 45-24.

Audric Estime #7 RB dei Notre Dame Fighting Irish


Se Alabama rallenta, chi continua a correre è l’underdog Ole Miss Rebels. La squadra di Lane Kiffin ha vinto in trasferta in casa dei Tulane Green Wave, ribaltato un pessimo primo tempo con un sonoro 27-3 nel secondo tempo. Nonostante la prestazione opaca del RB Judkins (48 yards e 1 TD), i Rebels sono riusciti a portare a casa la vittoria per 37-20 grazie al secondo tempo impeccabile del QB Dart e, soprattutto, della difesa che ha annullato l’attacco dei Green Wave orfano del QB Pratt.

Lane Kiffin coach di Ole Miss


Bella e significativa la vittoria dei Miami Hurricanes contro i Texas A&M Aggies per 48-33, con una prova finalmente positiva del QB Tyler Van Dyke (374 yards e 5 TD). Gli Hurricanes sembrano finalmente una squadra compatta ed ordinata con una OL solida che consente al suo QB di giocare la palla con tranquillità.

Tyler Van Dyke QB dei Miami urricanes

E’ stata anche la week dell’atteso derby dell’Iowa tra i Cyclones e gli Hawkeyes con quest’ultimi che si sono aggiudicati il Cy-Hawk Trophy per 20-13 dominando la gara nei primi tre quarti e rischiando la rimonta nel finale. Protagoniste della partita le due difese che hanno annullato i due attacchi guidati dai QB McNamara e Becht.

Week 2 ci ha consegnato anche la conferma di quelle che al momento sembrano le grandi candidate al Championship ovvero i Michigan Wolverines ed i Georgia Bulldogs. I Wolverines hanno passeggiato sui UNLV Rebels (35-7) mettendo al sicuro il match già nel terzo quarto mostrando la compattezza e la consapevolezza della squadra pronta a prendersi il tanto atteso titolo NCAA. I campioni in carica dei Bulldogs, invece, hanno strapazzato i poveri Ball State Cardinals con un’altra prestazione convincente del QB Carson Beck ma, soprattutto, con l’ennesima prova di superiorità della difesa allenata da Smart.

Carson Beck QB Georgia Bulldogs

Vincono ancora i Colorado Buffaloes di “Prime Time” Sanders imponendosi contro i Nebraska Cornhuskers che hanno retto lo spumeggiante attacco di Sanders e compagni solo per un quarto. Solida la prestazione del QB Sanders (393 yards e 2 TD) ma le luci della ribalta sono state tutte per il WR Xavier Weaver (170 yards e 1 TD) che ha demolito la secondaria dei Cornhuskers.

Fenomenale prestazione di Xavier Weaver dei Buffaloes

Prestazioni da sogno per due dei top QB di questa stagione. Michael Penix ha trascinato i Washington Huskies alla vittoria contro i Tulsa Golden Hurricane (43-10) chiudendo con 409 yards e 3 TD ed esaltando i suoi due fenomenali WR McMillan (1 TD) e Odunze (2 TD). Eccellente anche la prestazione di Caleb Williams, che con i suoi Trojans, ha travolto 56-10 gli Stanford Cardinals. Williams ha chiuso una gara magnifica con un 19/21, 281 yards e 3 TD, tutti nel primo tempo per, poi, rilassarsi nel secondo tempo.

Grande partita di Michael Penix – Washington

Qualche difficoltà di troppo per gli Oregon Ducks del QB Bo Nix (359 yards e 2 TD) che hanno dovuto faticare più del previsto contro Texas Tech Red Raiders, ritrovandosi addirittura sotto per 27-18 a fine terzo quarto, prima di rimontare nell’ultimo quarto (20-3) e chiudere il match con un intercetto riportato in TD da Jeffrey Bassa.

Ancora più dura è stata la vittoria dei North Carolina Tar Heels contro gli Appalachian State Mountaineers, alla quale sono serviti due OT per superare gli ostici avversari che avevano impattato la partita nel finale con FG di Michael Hughes. Prestazione opaca per il QB Drake Maye (208 yards), ma ci ha pensato il RB Omarion Hampton a salvare i Tar Heels dominando la gara con 234 yards e 3 TD).

OMarion Hampton RB di North Carolina

Straripanti le vittorie dei Florida State Seminoles (66-13 contro Southern Miss GoldenEagles), LSU Tigers (72-10 contro Grambling Tigers) e Penn State Nittany Lions (63-7 contro Delaware Fightin’ Blue Hens), con il QB Allar meno brillante alla seconda da starter, mentre i Tennessee Volunteers (30-13 contro Austin Peevy Governors) e gli Ohio State Buckeys (35-7 contro Youngtown State Penguins) hanno portato a casa due vittorie tra poche luci e tante ombre.
Tra le altre da segnalare le vittorie di Kansas Jayhawks (34-23 contro gli Illinois Fighting Illini di un fenomenale DT Jer’Zahn Newton), Utah Utes (20-13 contro Baylor Bears), Oregon State Beavers (55-7 contro UC Davis Aggies), Cincinnati Bearcats (27-21 contro i Pittsburgh Panthers) ed il ritorno alla vittoria dei Clemson Tigers (66-17 contro Charleston Southern Buccaneers).

Jer’Zahn Newton DT di Illinois

Archiviata week 2 lo sguardo va a week 3 che ci offrirà tanti confronti interessanti.
Sabato alle 18 il big match è tra LSU Tigers e Mississippi State Bulldogs. I Tigers di coach Kelly non possono permessi ulteriori passi falsi dopo la sconfitta di week 1 ma i Bulldogs in casa sono un avversario scomodo ed il QB Will Rogers non vorrà sicuramente sfigurare davanti al rivale Daniels. Contemporaneamente Penn State Nittany Lions sarà ospite dell’ostica Illinois Fighting Illini in quella che potrebbe essere la prova di maturità per il QB Allar.

Will Rogers di Mississippi State


Particolarmente interessante il match delle 21:30 tra i campioni dei Georgia Bulldogs e South Carolina Gamecocks guidati dal ritrovato QB Spencer Rattler. Per i Bulldogs sarà un primo esame importante contro un attacco insidioso ed una difesa molto compatta e ben allenata.
Promette spettacolo il match delle 23:00 tra Washington Huskies e Michigan State Spartans. Sfida molto attesa che vedrà il super attacco degli Huskies alla prova contro una delle difese più aggressive del panorama NCAA.
Week 3 ci offrirà anche il “Third Saturday in September”, lo scontro tra i Florida Gators ed i Tennesse Volunteers. Nella splendida cornice del Ben Hill Griffin Stadium, i Gators di coach Napier (nativo del Tennessee) cercherà di ribaltare il pronostico sfavorevole e battere i rivali in cerca di un posto di top 10. La squadra di Coach Heupel, dal conto suo, è ancora in cerca dei giusti equilibri e, soprattutto, di certezze da parte del QB Milton.

Coach Napier – Florida Gators


Tra le altre partite da segnalare c’è la trasferta dei Florida State Seminoles in casa di Boston College Eagles e la sfida tra gli Oklahoma Sooners e i Tulsa Golden Hurricane. Interessanti anche i match tra Byu Cougars contro Arkansas Razorbacks e North Carolina Tar Heels contro Minnesota Golden Gophers.
Una cosa è certa lo spettacolo della NCAA continua.

Related Posts