Gli orfani di Rusty

by Marc Taccone
388 views
Reading Time: 2 minutes

I coach di football americano spesso riempiono i propri playbooks di parole esotiche, alcune delle quali sembrano banali adesso, perché esprimono un concetto ovvio, di fatto, però, ognuna di queste parole é stata utilizzata una prima volta per descrivere un qualcosa di immediatamente riconoscibile su un campo da football americano.

Rusty Russell con i suoi ragazzi della Masonic Home


É il caso della parola “spread” o dell’inflazionato concetto di “spread offence” che soprattutto nel nostro bel paese dà un’aria moderna e frizzante ai playbooks quando in realtà l’origine é da attribuirsi a coach Rusty Russell tra il 1950 ed il 52 alla Southern Methodist.
Coach Russell, fu anche uno dei redattori del codice etico degli allenatori americani negli anni precedenti e questo dimostra come fosse tenuto in grande considerazione nell’ambiente delle università di prima fascia nell’epoca pre professionistica.


Si guadagnó l’ammirazione di quel mondo quando rifiutó un lavoro alla Temple High School per accettare quello di insegnante e capo allenatore alla Masonic Home di Forth Worth, Texas, una scuola per orfani e donne in difficoltà. Ci rimase dal 1927 al 1942 ottenendo un record, in quella che era la massima espressione del football americano all’epoca, il campionato statale del Texas, di 130 vittorie e 30 sconfitte con 12 pareggi con l’81% di vittorie. I suoi giocatori erano tutti orfani e Rusty li portó nel 1932 a giocarsi il titolo della A League contro la Corsicana High School. Nel 1941 rinunció a giocare i playoff dove era arrivato da imbattuto a causa di un errore nella trascrizione della data di nascita di uno dei suoi giocatori che scoprì essere di un anno troppo grande per giocare nel campionato delle High Schools.

I “Mitici Orfani” del 1940


Nel 1971 fu indotto nella Hall of Fame degli sportivi texani ed é uno degli allenatori più vincenti e meno conosciuti della storia del nostro sport. La storia del suo ingaggio alla Masonic Home e della squadra composta da orfani nel 1927 é raccontata nel film “12 mighty orphans” che spero venga presto reso disponibile anche in Italia.

La locandina del film tratto dalla storia di Russell e dei suoi “12 Mitici Orfani”

 

Related Posts