La PAC12 domina la NCAA

by Danilo Fontana
287 views
Reading Time: 8 minutes

Una week 3 appassionante e ricca di colpi di scena ci regala un nuovo ordine di potere all’interno della NCAA, con la PAC 12 che si erge al titolo di conference con maggiore qualità e competitività. Ben otto college nella top 25 e tre in top 10 per la conference che ha vissuto un weekend con gli USC Trojans di Caleb Williams a riposo.
La scena è stata tutta per i lanciatissimi Washington Huskies che hanno passeggiato sui Michigan Spartans. Gli spettacolari Huskies hanno dominato sin dall’inizio e il 41-0 con cui hanno chiuso il terzo quarto è stato persino un po’ stretto. Partita fantastica per il TE Westover (3 TD) ma i veri trascinatori della squadra sono stati il QB Penix (473 yards e 4 TD), sempre più candidato all’Heisman Trophy, ed il WR Rome Odunze (180 yards). Per gli Spartans una sconfitta netta che ridimensiona parecchio le ambizioni stagionali.

Washington Huskies vs Michigan Spartans

Ma anche le altre big della conference hanno mostrati i muscoli con le facili vittorie di Oregon Ducks (55-10 contro Hawaii Rainbow Warriors), Utah Utes (31-7 Weber State Wildcats), Oregon State Beavers (26-9 contro San Diego State Aztecs), UCLA Bruins (59-7 contro North Carolina Central Eagles) e Washington State Cougars (64-21 contro Northen Colorado Bears).
Chi, invece, ha sofferto tantissimo sono stati Colorado Buffaloes nel derby contro Colorado State Rams. La squadra di Sanders è stata costretta a rincorrere per tutta la partita gli avversari, ritrovandosi sotto di 11 punti a 7 minuti dal termine, riuscendo a pareggiare solo a 30 secondi dal termine con il TD pass da 45 yards di Horn e la successiva conversione da 2 punti. Dopo due overtime, i Buffaloes sono riusciti a portare a casa la vittoria ma, per una volta, gli applausi sono andati ai sorprendenti Rams e, in particolare, al WR Tory Horton (133 yards e 1 TD).
Se la PAC 12 è in salute, chi è in crisi sono i team della SEC.

Tory Horton Colorado State Rams

I campioni in carica dei Georgia Bulldogs hanno sofferto contro South Carolina Gamecocks portando a casa la vittoria solo nel secondo tempo grazie ad una eccezionale prestazione della difesa 24-14. I Bulldogs sembrano aver trovato il loro avversario più pericoloso in conference negli Ole Miss Rebels che hanno superato 48-23 i Georgia Tech Yellow Jackets del sontuoso QB Haynes King (307 yards e 2 TD). Per i Rebels una vittoria importante che li eleva a contender di conference e da grande fiducia all’ambiente, soprattutto al QB Jaxon Dart (251 pass yards, 1 TD pass, 136 run yards e 2 TD run).

Jaxon Dart QB dei Ole Miss Rebels

Ma i Rebels non sono gli unici a reclamare il primato dei Georgia Bulldogs perché LSU Tigers, dopo il passo falso di week 1, si è ripresa e la schiacciante vittoria contro i Mississippi State Bulldogs (41-14) può rappresentare il punto di svolta della stagione. Nella partita da dentro o fuori, i Tigers hanno ritrovato la miglior forma del loro QB Daniels (361 pass yards, 2 TD pass, 64 run yards e 2 TD run) ed una solidità difensiva che non ha lasciato scampo ai malcapitati Bulldogs.
In tanti sono pronti a lanciare la sfida ma attenzione sempre agli Alabama Crimson Tide. La squadra di Saban ha sofferto tremendamente prima di avere la meglio sui sorprendenti South Florida Bulls. Saban, con un colpo di scena, ha deciso a sorpresa di escludere il QB Milroe e si è affidato ad un disastroso Buchner. Dopo aver chiuso il primo tempo sul 3-3, anche l’ex Notre Dame è stato sostituito dal QB Ty Simpson che, pur non eccellendo, è riuscito a trascinare i Crimson Tide alla vittoria per 17-3.
Brutta sconfitta, invece, per i Tennessee Volunteers in casa dei rivali Florida Gators (29-16). Pratica chiusa dai Gators nel primo tempo con 4 TD consecutivi in 17 minuti. La squadra di coach Napier ha mostrato una grande solidità difensiva ed ha annullato il running game dei Volunteers costringendoli ad affidarsi ad un impreciso Milton (QB). Per i Gators prestazione strepitosa del RB Trevor Etienne (172 yards e 1 TD). Per Florida è un importante passo avanti nel loro percorso di crescita mentre per i Volunteers è la presa di coscienza di un roster notevolmente indebolito rispetto alla scorsa stagione.

Trevor Etienne RB dei Florida Gators

Week 3 ci conferma anche i Longhorns in top 4. I Texani hanno faticato a battere i Wyoming Cowboys (31-10), in una partita più ostica del previsto, risolta solamente nell’ultimo quarto con ben 21 punti realizzati ma con protagonista assoluto il difensore Jerrin Thompson, che ha sigillato la partita con un pick six da 27 yards.
Con questa vittoria Texas sale in vetta alla BIG 12 ma tante sono le squadre in grado di contendere il primato ai Longhors. Su tutte gli Oklahoma Sooners (66-17 contro Tulsa Golden Hurricane con una prestazione strepitosa del QB Dillon Gabriel, 421 yards e 5 TD) e i Kansas Jayhawks (31-24 contro Nevada Wolfpack), ma grande attenzione deve essere rivolta ai sorprendenti Byu Cougars vincitori in trasferta contro gli Arkansas Razorbacks per 38-31. Vittoria in rimonta per i Cougars che, a 25 minuti dalla fine, erano in svantaggio di dieci punti ma, trascinati da una difesa solida e dal QB Slovis (167 yards e 2 TD), sono riusciti nella rimonta.

Slovis QB Byu Cougars

Anche nella BIG 10 si scalda la competizione con i favoritissimi Michigan Wolverines che hanno distrutto i Bowling Green Falcons 31-6, esibendo una solidità difensiva e un Blake Corum (RB) inarrestabili. I Wolverines hanno chiuso la partita già a metà del terzo quarto nonostante la giornata negativa del QB McCarthy, intercettato ben tre volte.

Blake Corum inarrestabile RB Wolverines

Le insidie al primato dei Wolverines sono rappresentate essenzialmente dagli Ohio State Buckeyes, che hanno dominato 63-10 i Western Kentucky Wildcats, e i Penn State Nittany Lions, che hanno superato i rivali di Illinois Fighting Illini per 30-13 con una prestazione dominante della difesa che ha intercettato quattro volte il QB Altymer. Hanno vinto anche Maryland Terrapins contro i Virginia Cavaliers (42-14) e gli Iowa Hawkeyes (41-10 contro Western Michigan Broncos), con quest’ultimi che si proiettano al primato della BIG Ten West, candidandosi per un posto nel Championship Game.
Tanta concorrenza anche nell’ACC con i leader i Florida State Seminoles che hanno avuto la meglio dei Boston College Eagles. La numero del 3 rankings è sembrata in controllo del match ma, sul finire del terzo quarto, avanti 31-10, l’eccessiva sicurezza ha rimesso in gara gli Eagles che, con 3 TD in 11 minuti, sono rientrati in gara. Gli Eagles sono stati condannati all’amara sconfitta per 31-28 solo degli errori nella conversione degli extra-point.
Con i Seminoles leader della conference le inseguitrici principali hanno tutte tenuto il passo. North Carolina Tar Heels (31-17 contro Minnesota Golden Gophers), Duke Blue Devils (38-14 contro Northwestern Wildcats), Miami Hurricane (48-7 e contro i malcapitati Bethune-Cookman Wildcats) e Clemson Tigers (48-14 contro Florida Atlantic Owls) hanno tutte trovato la vittoria e restano agganciate alla leader.

Audric Estime protagonista con Notre Dame

Continuano la loro corsa anche dei Notre Dame Fighting Irish che, dopo aver sofferto qualcosa nel primo tempo, hanno battuto i coriacei Central Michigan Chippewas. Ennesima prestazione da leader del QB Hartman (330 yards e 3 TD) ma in questa partita il centro dell’attacco è stato il RB Audric Estime (176 yards e 1 TD), uno dei migliori prospetti nel ruolo di questa stagione.
Vittorie e leadership nelle rispettive conference per i Memphis Tigers (28-24 contro Navy Midshipmen e primato della AAC), Air Force Falcons (39-21 contro Utah State Aggies e primato della Mountain West) e Liberty Flames (55-27 Buffalo Bulls e primato della Conference USA).
Infine da segnalare l’emozionate vittoria dei Missouri Tigers contro i Kansas State Wildcats per 30-27. Decisivo un FG da 61 yards allo scadere del tempo del K Harrison Mevis, probabilmente il miglior prospetto nel ruolo dell’attuale NCAA.

Harrison Mevis K Missouri Tigers il migliore in NCAA

Archiviata Week 3 è già partito il conto alla rovescia per una Week piena di scontri al vertice.
Lo spettacolo inizierà sabato alle 18 con i Wolverines che ospiteranno i Rutgers Scarlet Knights e gli Oklahoma Sooners attesi dai Cincinnati Bearcats. Tutti gli occhi, però, saranno per la sfida tra Florida State Seminoles, n. 4 del rankings, e la nobile decaduta Clemson Tigers, all’ultima chance per rientrare nella corsa al titolo.

Dillon Gabriel QB Oklahoma Sooners


Alle 21:30 il livello della contesa salirà con tre match che si preannunciano spettacolari. Due saranno sfide intra-conference che riguarderanno la PAC12. Gli Oregon Ducks ospiteranno la rivelazione Colorado Buffaloes in una sfida tra due attacchi spettacolari guidati da due talentuosi QB, Bo Nix e Shedeur Sanders. L’altra, invece, sarà la sfida tra le due difese più solide della conference ovvero UCLA Bruins e Utah Utes. Il terzo match è l’eterna sfida tra Ole Miss Rebels e Alabama Crimson Tide, uno derby del sud più appassionanti del panorama NCAA, giunto alla sessantasettesima edizione. Sfida importante per entrambe le squadre con i Rebels che puntano a consolidare il primato nella SEC West ed Alabama che non può permettersi un altro passo falso dopo la sconfitta contro i Longhorns.

Bo Nix talentuoso QB degli Oregon Ducks

Grande attesa per il confronto in notturna tra Ohio State Buckeys e Notre Dame Fighting Irish, match che rappresenta un esame di maturità per entrambe le squadre. Le due formazioni arrivano alla partita dopo un positivo inizio di stagione con i Fighting Irish che sembrano avere qualcosa in più, soprattutto grazie alla maggiore esperienza del QB Hartman rispetto al rivale McCord.

Ryan Day Head Coach Ohio State Buckeyes

In tarda notte andranno in scena anche un altro derby della PAC12, quello tra Oregon State Beavers e Washington State Cougars, la sfida tra LSU Tigers e Arkansas Razorbacks, con la squadra di coach Kelly in cerca della vittoria per consolidare la rinascita e continuare l’inseguimento ai Rebels, ed un acceso derby della BIG Ten tra Iowa Hawkeyes e Penn State Nittany Lions.

Jayden Daniel LSU Tigers


Molto interessante anche la sfida tra Texas Longhorns e Baylor Bears e quella tra North Carolina Tar Heels e Pittsburgh Panthers.
Segnali di grande spettacolo in arrivo dalla Week 4, buona visione.

Related Posts