Match of the Week 12: Cleveland Browns vs Denver Broncos

by Giovanni Oriolo
223 views
Reading Time: 5 minutes

Probabilmente c’erano sfide di maggior spessore come Bills vs Eagles, ma nello scontro tra i Cleveland Browns e i Denver Broncos si trovano di fronte due delle squadre più in palla del momento.
Sembra assurdo dire questa frase visto che parliamo di una squadra che sta giocando senza Deshawn Watson (il QB titolare) e Nick Chubb (il RB titolare), mentre l’altra ha iniziato la stagione con un record di 1-5, subendo gli storici 70 punti dai Miami Dolphins in week 3.
Il team Ohio, però, si sta affermando come la miglior difesa della lega, così dominante da riuscire a vincere quasi tutte le partite senza l’aiuto dell’attacco (che paga diversi infortuni nei giocatori chiave, come quelli sopra citati). Mentre la franchigia del Colorado, dopo aver sofferto tanto nel primo quarto di stagione, ha finalmente trovato una quadra e ora viene da 4 vittorie consecutive contro Packers, Chiefs, Bills e Vikings.

I Dolphins hanno “punito” con 70 punti i Broncos in week 3


Cleveland Browns

La squadra di coach Kevin Stefanski sarà guidata ancora una volta dal rookie Dorian Thompson-Robinson. Dopo il season ending di Watson e la bocciatura di PJ Walker, è toccato al prodotto di UCLA portare avanti la baracca e provare a far funzionare un attacco che, anche senza le due principali pedine, tenta di rimanere a galla e sfruttare le buone posizioni di campo che un’ottima difesa spesso gli offre. Al momento Thompson-Robinson non ha ancora trovato il suo primo TD in NFL, lanciando però già 4 intercetti. Ma nell’ultima sfida contro gli Steelers è sembra andare meglio, chiudendo la gara con 24/43 per 165 yards lanciate.

Kevin Stefanski HC dei Browns

Fondamentale per riuscire a superare i Broncos sarà l’apporto dei due running back Jerome Ford e Kareem Hunt. Denver, infatti, soffre molto l’attacco sulle corse e un’ottima linea come quella dei Browns potrebbe aprire praterie nella difesa avversaria. Ford è stato promosso a RB1 dopo l’infortunio di Chubb e fino ad ora si è comportato in maniera ottima: 136 portate per 563 yards (4.1 di media) e 3 TD.

Jerome Ford RB principale dei Browns

Dal suo rientro a stagione in corso, però, è stato Hunt a rivelarsi il vero valore aggiunto per Cleveland. Per il prodotto di Toledo sono 82 le portate per 262 yards (3.2 di media) e 6 TD. Il numero 27, infatti, viene usato più come RB di sfondamento e per chiudere il down in giocate di corto yardaggio.

Kareem Hunt si sta dimostrando molto importante per i Browns


Denver Broncos

Nonostante il cambio in panchina e l’arrivo di un santone come Sean Payton, l’inizio di stagione dei Broncos non poteva essere peggiore. Cinque sconfitte in sei giornate subendo 200 punti (33 di media a match) e facendone solo 129 (21.5 a gare). Nelle ultime quattro partite, però, la musica è cambiata e gli scalpi di squadre come i Chiefs, i Bills e i Vikings, tutte in lotta per la postseason, hanno dimostrato che una quadra si è trovata.

Il nuovo coach dei Broncos Sean Payton

Oltretutto, a parte la sfida con Kansas, dove un Mahomes non in forma non ha permesso che ci fosse contesa, gli altri quattro successi stagionali sono tutti arrivati con uno scarto di 3 o meno punti. A dimostrazione della freddezza e della capacità della squadra di Denver di chiudere le partite.

Lutz il K spesso decisivo

Contro Chicago è stato un calcio di Lutz a 1’51” dalla fine a portare il risultato sul 31-28. Contro Green Bay è stata brava la difesa a difendere i due punti di vantaggio, dopo che la squadra aveva messo la testa avanti per la prima volta nella partita a 4 minuti dalla sirena.
Nel match con Buffalo è stato ancora un FG di Lutz allo scadere a decretare il successo per 24-22, mentre domenica è stato un TD sull’asse Wilson-Sutton ha portare la sfida sul 21-20 a 1 minuto dalla fine.

Russel Wilson QB dei Broncos

 

Il Matchup Chiave: Attacco Broncos vs Difesa Browns

Per entrambe le squadre si tratta dei punti di forza. A Denver, infatti, dopo anni in cui è stata la difesa a tenere a galla la baracca, in questa stagione il reparto difensivo sta mostrando diverse lacune. Mentre è l’attacco, con un Russell nuovamente efficacie dopo l’arrivo di Sean Payton (205/295 completi, 2065 yards lanciate, 19 TD e 4 INT), il punto di forza della squadra del Colorado.
Importante è soprattutto l’apporto di Courtland Sutton, che in stagione ha raccolto 45 ricezioni su 62 target, per 499 yards (11.1 di media) e 8 TD (solo Tyreke Hill ha fatto meglio), mentre grave è la perdita di Tim Patrick (53 ricezioni su 85 target, 743 yards e 5 TD), che starà fuori per diverse gare. Cosa sta invece mancando è il gioco di corse, con entrambi i RB principali, Javonte Williams e Samaje Perine ancora fermi a 0 TD Russ.

Courtland Sutton il WR principale dei Broncos

Dall’altra parte, però, stiamo parlando della miglior difesa della lega sotto ogni aspetto. I Browns sono la squadra che ha concesso meno ricezioni agli avversari (146), la minor percentuale di completi (55.3%), la seconda minor media yards a lancio (5.4, dietro solo ai Ravens), il minor numero di yards su lancio (1437) e totali (2433), il minor numero di TD (9) e 1° down su ricezione (66), il secondo minor numero di 1 down su corsa concessi (45, secondi solo agli Eagles).
A sorprendere, però, è che tutto ciò è avvenuto senza effetti speciali. Infatti, il team di Cleveland, è solamente 8° per sacks (33), 16° per intercetti (9) e 21° per fumbles forzati (8).

La difesa dei Browns è la migliore della NFL


Le altre partite interessanti del weekend

NFL:

Houston Texans vs Jacksonville Jaguars
(Domenica 26, ore 19:00 italiane)
Philadelphia Eagles vs Buffalo Bills (Domenica 26, ore 22:25 italiane)
Los Angeles Chargers vs Baltimore Ravens (Lunedì 27, ore 02:20 italiane)

NCAA:
Ohio State Buckeyes vs Michigan Wolverines (Sabato 26, ore 18:00 italiane)
BYU Cougars vs Oklahoma State Cowboys (Sabato 26, ore 21.30 italiane)
Florida State Seminoles vs Florida State Gators (Domenica 27, ore 01:00 italiane)

Los Angeles Chargers vs Baltimore Ravens

Related Posts