I verdetti di Week 10

by Danilo Fontana
149 views
Reading Time: 8 minutes

Il giorno dei Championship si avvicina sempre di più e la Week 10 appena disputata ha data una svolta importante alla corsa di alcune in squadre.
La BIG 12 ci ha regalato due big match importanti per la corsa al Championship, l’ultimo della BIG 12 che a fine stagione sarà smembrata.
Innanzitutto la sfida tra Kansas State Wildcats e Texas Longhorns, con i texani che sono riusciti ad imporsi 33-30 dopo l’overtime, al termine di una gara che alla fine del terzo quarto li vedeva in vantaggio di 20 punti. Una prestazione eccezionale del QB Will Howard (327 yards e 4 TD) ha consentito ai Wildcats di segnare 3 TD in 2:20, riportarsi in gara e pareggiare la partita ad un secondo dalla fine con il FG di Chris Tennant. Nel supplementare, dopo aver contenuto i Longhorns nel primo possesso limitandoli solo al FG, i Wildcats hanno avuto la possibilità di vincere il match, ma prima delle discutibili chiamate offensive e, poi, la scelta di giocare il 4&goal invece di calciare il FG del pareggio, hanno consegnato la vittoria ai Longhorns.

Will Howard QB Kansas State autore di una super partita, ma non è bastato

Con questa vittoria i Longhorns balzano in testa al BIG 12 appaiati agli Oklahoma State Cowboys che hanno battuto gli Oklahoma Sooners per 27-24, in quella che potrebbe essere l’ultimo “Bedlam” della storia. Partita sempre in equilibrio con i Sooners che a metà del terzo quarto si erano portati in vantaggio 21-17. Nell’ultimo quarto, però, il RB dei Cowboys Ollie Gordon (137 yards e 2 TD) è diventato incontenibile ed ha trascinato la squadra alla vittoria insieme ad una difesa diventata inespugnabile (un solo FG subito in quattro possessi).
Vincono e restano in corsa per il Championship anche i West Virginia Mountaneeirs (37-7 contro Byu Cougars) e Kansas Jayhawks (28-21 contro Iowa State Cyclones).

Due Big Match anche nella SEC ed in entrambi i casi potrebbero aver delineato le sorti delle due sub-division. I Georgia Bulldogs hanno battuto contro grande fatica i sorprendenti Missouri Tigers per 30-21, al termine di una partita fisica ed aggressiva da parte delle due difese. I Tigers sono rimasti sempre in gara e solo due FG di Peyton Woodring nell’ultimo quarto hanno concesso ai Bulldogs l’allungo decisivo. Georgia con questa vittoria ha ipotecato la qualificazione al Championship anche se la matematica tiene ancora in corsa sia i Tigers sia i Tennessee Volunteers, che hanno dominato 59-3 UConn Huskies.

K Peyton Woodring Georgia Bulldogs autore dei due FG decisivi per la vittoria

L’altra sfida di vertice era Alabama Crimson Tide contro LSU Tigers, partita spettacolare che alla fine del primo tempo vedeva le squadre in parità 21-21. Dopo il TD di Josh Williams ad inizio terzo quarto, che ha portato temporaneamente in vantaggio i Tigers, la difesa di Alabama ha trovato le contromisure per arginare l’attacco di LSU, trascinato da un eccellente QB Jayden Daniels (219 pass yards, 2 TD pass, 163 yards run e 1 TD run), costringendoli a ben quattro drive consecutivi senza punti (punt, intercetto, punt e turnover on downs). L’offense di Alabama, guidato dal QB Jalen Milroe (4 TD run) nel frattempo segnava 3 TD in tre possessi consecutivi consegnando la vittoria ai Crimson Tide per 42-28.

QB Jayden Daniels LSU autore di tre TD (2 pass e 1 run)

Anche la squadra di Saban sembra aver ipotecato il posto al Championship seppure ha ancora qualche residua speranza Ole Miss Rebels, che ha battuto con grande fatica i Texas A&M Aggies per 38-35 dopo aver dissipato 10 punti di vantaggio ed esseri ritrovati in svantaggio di 4 punti a 4:34 dal termine.
Altra grande sfida della settimana è stata quella tra Washington Huskies e USC Trojans finita con un pirotecnico 52-42 per gli Huskies. La partita è stata equilibrata e segnata dallo strapotere degli attacchi sulle difese, tanto che a fine terzo quarto le squadre erano in parità 42-42. Nell’ultimo quarto, però, lo strapotere offensive degli Huskies è diventato insostenibile per la difesa dei Trojans che ha dovuto desistere alla qualità dei WR Odunze e Polk e, soprattutto, alla prova eccezionale del RB Dillon Johnson (256 yards e 4 TD).

RB Dillon Johnson Huskies autore di 4 TD nella partita

Con questa sconfitta i Trojans escono quasi definitivamente dalla corsa al Championship, nonostante un’altra prova superlativa del QB Caleb Williams (312 yards e 3 TD), mentre per gli Huskies si delinea sempre di più la sfida al Championship contro gli Oregon Ducks, che hanno dominato 63-19 contro i California Golden Bears, in una partita mai in discussione. Prova straordinaria dell’attacco dei Ducks con il QB Bo Nix (386 yards e 4 TD) ed il WR Tez Johnson (180 yards e 2 TD) assoluti protagonisti.

Il WR Tez Johnson Oregon Ducks autore di 2 TD

Con poche speranze restano in corsa, insieme ai Trojans, anche Utah Utes (55-3 contro Arizona State Sun Devils), Arizona WIldcats (27-10 contro UCLA Bruins) e Oregon State Beavers (26-16 contro Colorado Buffaloes).
Resta molto appassionante anche la corsa al Championship nella BIG Ten con i Michigan Wolverines che hanno vinto 41-13 contro Perdue Boilmakers al termine di una partita mai in discussione e già decisa dopo il primo quarto con i Wolverines avanti di 20 punti. Nella sub-division East, all’inseguimento della squadra di Harbaugh restano gli Ohio State Buckeyes (35-16 contro Rutgers Scarlet Knights) e Penn State Nittany Lions (51-15 contro Maryland Terrapins). I Buckeyes, in particolare, continuano a mostrare notevoli difficoltà offensive, legate principalmente alla modestia del QB McCord, ma continuano a beneficiare di una difesa dominante che, oltre a concedere pochi spazi agli avversari, spesso è protagonista di big play che determinano le partite. Proprio una di queste giocate, l’intercetto di Jordan Hancock riportato in TD per 93 yards nel terzo quarto, ha lanciato i Buckeyes verso la vittoria, che fino a quel momento sembrava molto incerta con Rutgers, addirittura in vantaggio 9-7, conseguita grazie ai due TD del fenomeno WR Marvin Harrison Jr nell’ultimo quarto.

La S Jordan Hancock Ohio State ha riportato un intercetto in TD per 93 yrds

Giornata di sconfitte, invece, per le squadre della sub-division West con Wisconsin Badgers (sconfitta 20-14 dagli Indiana Hoosiers), Minnesota Golden Gophers (sconfitta 27-26 da Illinois Fighting Illini) e Nebraska Cornhuskers (sconfitta 20-17 contro i Michigan State Spartans) che hanno perso lasciando la testa della division agli Iowa Hawkeyes, vincitori 10-7 contro Northwester Wildcats al termine di una partita brutta e noiosa.
Tante certezze e pochi dubbi nella ACC con i Florida State Seminoles che, nonostante le assenze di Wilson e Coleman, hanno battuto i Pittsburgh Panthers per 24-7, restando nella top 4 del ranking. I Panthers sono rimasti in gara fino alla fine del terzo quarto quando hanno subito due TD (Douglas e Benson) in due minuti lasciando la vittoria ai Seminoles che, con questo risultato, sono matematicamente qualificati al Championship. L’avversaria dei Seminoles nell’atto finale sarà, probabilmente, Louisville Cardinals che ha battuto nettamente la rivale diretta Virginia Tech Hokies per 34-3 trascinati dal RB Isaac Guerendo (146 yards e 3 TD). Poche residue speranze per North Carolina Tar Hells (59-7 contro Campbell Fighting Camel), Duke Blue Devils (24-21 contro Wake Forest Demon Deacons) e Georgia Tech (45-17 contro Virginia Cavaliers). Vittoria importante per l’accesso ai Bowls dei Clemson Tigers contro i Notre Dame Fighting Irish per 31-23.
Molto incerta, invece, la corsa la Championship della AAC con ben quattro squadre coinvolte. La squadra che sembra più in forma sono gli SMU Mustangs che hanno vinto contro Rice Owls 36-31 dopo aver condotto la gara in modo autorevole e rischiato la rimonta degli Owls nella fase finale.

Il QB Preston Stone dei Mustangs li ha guidati alla vittoria

Appaiate al vertice con i Mustangs ci sono Tulane Green Wave (13-10 contro East Carolina Pirates) e UTSA Roadrunners (37-29 contro North Texas Mean Green). Ad inseguire le tre di vertice ci sono i Memphis Tigers che hanno battuto 59-50 i South Florida Bulls al termine di una gara in cui si sono trovati in svantaggio di 4 punti a metà terzo quarto dopo aver dissipato un vantaggio di 14 punti. Prestazione monumentale del QB di South Florida Byrum Brown (357 pass yards, 5 TD e 100 run yards).

Super partita del QB Bynum Brown

Vittorie importanti per Toledo Rockets (31-13 contro Buffalo Bulls), James Madison Dukes (42-14 contro Georgia State Panthers) e Liberty Flames (56-30 contro Louisiana Tech Bulldogs) che ipotecano la partecipazione al Championship delle rispettive conference, mentre ha perso in modo sorprendente Air Force Falcons, finora imbattuta, uscita sconfitta dal match contro Army Black Nights per 23-3. La sconfitta dei Falcons riapre la corsa al Championship della Mountain West con Fresno State Bulldogs (37-30 contro Boise State Broncos) e UNLV Rebels (56-14 contro New Mexico Lobos) che vincono e li agganciano in vetta.

L’appassionante Week 10 ci proietta verso una Week 11 con tre Big Match e tante partite che potrebbero definire la corsa ai vari Championship.
La partita più importante è la sfida delle 18:00 tra Michigan Wolverine e Penn State Nittany Lions, partita che potrebbe decidere la corsa nella Big Ten East con i Nittany Lions che, in caso di sconfitta, sarebbero eliminati definitivamente dalla contesa. I Wolverines sono favoriti ma, negli ultimi anni, hanno sempre mostrato difficoltà nelle partite decisive per la stagione.

Il QB JJ MacCharty cercherà di portare i Wolverines alle finali

Sempre alle 18:00 ci sarà un importante sfida tra Alabama Crimson Tide e Kentucky Wildcats, con la squadrra di Saban che in caso di vittoria si qualificherebbe matematicamente al Championship della SEC.

Dallas Turner EDGE di Alabama

Alle 21:30 andrà in scena la sfida tra Utah Utes e Washington Huskies. Gli Utes hanno l’ultima possibilità di rientrare nella corsa al Championship e, nonostante i favori del pronostico sono dalla parte degli Huskies, la sfida è molto incerta perché la difesa degli Utes ha già dimostrato di poter annullare attacchi esplosivi come quello degli Huskies.

Cole Bishop S, alfiere della difesa dei Utah Utes

In contemporanea sono molto interessanti le sfide tra Tennessee Volunteers e Missouri Tigers, che si giocheranno le residue speranze di inseguire i Georgia Bulldogs, e quella tra Oklahoma State Cowboys e UCF Knights, autentico match point per i Cowboys nella corsa al Championship della Big 12.
Nella notte i Georgia Bulldogs ospiteranno Ole Miss Rebels cercando di chiudere definitivamente la qualificazione al Championship della SEC. Per i Bulldogs la partita è fondamentale anche per la corsa alla Top 4 che, con i risultati positivi delle altre contender, si sta infiammando. Ultima chance per i Rebels che hanno bisogno di una vittoria per continuare ad inseguire i Crimson Tide.
In contemporanea ci sarà la sfida tra West Virginia Mountaneeirs e Oklahoma Sooners che chiuderà definitivamente la corsa di una delle squadre verso il Championship della Big 12.

Lassiter CB uno dei leader della forte difesa dei Georgia Bulldogs

Alle 2:00 ci sarà una interessantissima sfida tra Duke Blue Devils e North Carolina Tar Heels mentre alle 4:30 ci sarà l’ultimo big match di giornata con la sfida tra USC Trojans e Oregon Ducks. I Trojans arrivano alla partita dopo la sconfitta contro gli Huskies consapevoli che un’altra sconfitta rappresenterebbe la fine della loro corsa al Championship. I Ducks, invece, sono tra le squadre più in forma del momento ed una ulteriore vittoria potrebbe lanciarli verso il Championship e, soprattutto, verso la top 4 ranking.
Buona visione

Related Posts